Servizi

Controlli con Correnti Indotte – EC

I controlli non distruttivi utilizzando il metodo delle correnti indotte si basano sui campi magnetici alternati, creati da bobine o sonde all’interno dei materiali in esame. Si identifica un difetto quando i campi magnetici segnalano discontinuità.

Il campo magnetico variabile prodotto dalle sonde viene denominato “campo primario” mentre il campo magnetico generato dalle correnti indotte, anch’esso variabile, viene denominato “campo secondario”.